Acqua di raffreddamento e di condizionamentoBWT offre soluzioni perfette per il trattamento efficace
di acque di raffreddamento e di condizionamento

Acqua di raffreddamento e di condizionamento

Cicli chiusi (come la circolazione di acqua fredda negli impianti di condizionamento)

L'acqua addolcita o desalinizzata è generalmente sufficiente a riempire, nel caso in cui venisse utilizzato, un tubo in materiale resistente alla corrosione (per esempio in plastica), e con un solo riempimento. Tuttavia, potrebbe essere necessario un trattamento dell'acqua di riempimento, a seconda delle condizioni di qualità dell'acqua e di funzionamento. 
 

Sistemi di ri-raffreddamento aperti (tutti i sistemi con torri di raffreddamento)

Poiché solo l'acqua pura viene fatta evaporare nelle torri di raffreddamento, la concentrazione di sale nell'acqua di circolazione è in costante aumento. Una salinità eccessiva può portare alla calcificazione e corrosione della torre di raffreddamento e delle tubature dell'acqua di circolazione. La formazione di alghe e particelle di polvere provenienti dall'aria circostante può a sua volta perturbare il sistema. In quasi tutti i casi è quindi necessario il trattamento delle acque, per garantire che la torre di raffreddamento funzioni in modo economico e affidabile. 
 

Lo standard VDI 3803 stabilisce che la qualità dell'acqua di circolazione deve essere adatta per i materiali utilizzati nel circuito di raffreddamento. Le soglie sono definite nella seguente tabella:  

 

Soglie consigliate per la qualità dell'acqua di circolazione di

ri-raffreddamento

 

Materiali in contatto con l'acqua della torre di raffreddamento  Conduttività  Tenore di calcio  Tenore di cloruro  Tenore di solfato
    Ca Cl  SO4
  µS/cm mg/l  mg/l mg/l
Acciaio e materiali non ferrosi < 2200 > 20 < 200 < 325
Acciaio e metalli rivestiti < 2500 > 20 < 250 < 400
Plastica e acciaio inossidabile < 3000   < 400

< 600

 

L'acqua di circolazione deve essere il più chiaro e incolore possibile, e non deve contenere sedimenti. La durezza carbonatica deve essere <4° dH, con stabilizzazione di durezza chimica <20 ° dH. Un biocida deve essere aggiunto in modo intermittente con un contenuto batterico > 100.000/ml.

 

Possono manifestarsi i seguenti malfunzionamenti nel caso in cui le soglie di cui sopra non siano rispettate:

  • Deterioramento del trasferimento del calore o del freddo

  • Aumento della perdita di pressione attraverso la costrizione sezionale

  • Blocco degli ugelli, valvole e condotti di raffreddamento

 
Questo può causare:

  • Maggiore consumo di energia e acqua

  • Malfunzionamenti e interruzioni di produzione

  • Aumento della manutenzione

  • Distruzione di componenti di sistema importanti

 

Acqua nell'aria condizionata (per esempio in unità di umidificazione in impianti di condizionamento)
Gli umidificatori negli impianti di condizionamento sono utilizzati in molti edifici, perché gli esseri umani richiedono un livello minimo di umidità dell'aria. Un'umidità dell'aria inadeguata o non correttamente implementata può compromettere seriamente la salute e il benessere degli occupanti dell'edificio. Considerazioni di igiene svolgono un ruolo centrale nella pianificazione e gestione degli umidificatori, e l'attuale norma VDI 6022 contiene preziose indicazioni al riguardo.

 

Per umidificare l'aria sono utilizzati vari processi e, per ogni processo, il corretto trattamento dell'acqua di umidificazione è cruciale. I sistemi ad osmosi inversa per la desalinizzazione dell'acqua potabile stanno diventando sempre più popolari per questo scopo e in alcuni casi sono integrati con dei sistemi di disinfezione.

 

Siamo in grado di fornire supporto tecnico, dalla progettazione di impianti affidabili ed economicamente efficienti alla manutenzione regolare dell'impianto installato.